mercoledì 12 dicembre 2018

Il sussidiario "Pista" - Le misure di tempo e di valore


UNITA’ DI APPRENDIMENTO: Misure di tempo e di valore

COMPETENZE

COMPETENZA MATEMATICA
COMPETENZE DA PERSEGUIRE
ABILITA’
Utilizza le sue conoscenze matematiche e scientifico-tecnologiche per analizzare  dati e fatti della realtà, per trovare e giustificare soluzioni a problemi reali.
L’alunno identifica vari e diversi attributi misurabili di oggetti e associa processi di misurazione, sistemi ed unità di misura.
L’alunno utilizza i più comuni strumenti di misura (orologio, euro).
L’alunno riesce a risolvere facili problemi in tutti gli ambiti di contenuto, mantenendo il controllo sia sul processo risolutivo, sia sui risultati.
Descrive il procedimento seguito e riconosce strategie di soluzione diverse dalla propria.
Saper conoscere ed utilizzare le misure di valore: l'euro, i suoi multipli e sottomultipli.
Saper leggere un orologio.
Saper utilizzare multipli e sottomultipli delle unità di misura in contesti significativi.
Analizzare il testo di una situazione problematica relativa alla compravendita o al valore totale/unitario, individuandone i dati.
Formulare ipotesi, organizzare e realizzare un percorso di soluzione. 
Riflettere sul procedimento scelto e confrontarlo con altre possibili strategie risolutive. 
Rappresentare una situazione problematica mediante l’uso di diagrammi a blocchi. 
Risolvere problemi con più operazioni.






PROBLEMATIZZAZIONE

Per le misure di tempo
Marco e Giorgio vanno in vacanza nella stessa località con le rispettive famiglie, usando mezzi diversi.
Marco in auto impiega 2 ore e 40 minuti, Giorgio in treno invece ha impiegato 140 minuti.
Chi ha impiegato meno tempo per raggiungere la località di vacanza? Perché?
Per le misure di valore
Prendiamo spunto dalla lettura della situazione indicata nel fondino verde del sussidiario a pagina 314.

IPOTESI


Gli alunni (collettivamente, individualmente o, meglio, in gruppo) mettono in atto strategie per trovare ipotesi di risposte alle situazioni-problema.


CONTROLLO DELLE IPOTESI


È necessario controllare se i tentativi di risposta forniti sono corretti o meno: per la situazione relativa alle misure di tempo proviamo a trasformare le due ore e 40 minuti in minuti per poter effettuare il confronto con l’altra durata.
Per le misure di valore controlliamo se le scelte effettuate rispettano il limite dei 55 euro.


CONSOLIDAMENTO

Dopo il momento della riscoperta attiva occorre il passaggio alla concettualizzazione astratta per fissare e sistematizzare le abilità e i concetti appresi. In questa fase trovano un significato la lezione dell’insegnante, l’uso del libro di testo per ordinare i concetti e le parole chiave (vedi la rubrica nel sussidiario). 

Ecco una mappa degli elementi essenziali da non tralasciare.





Il sussidiario presenta le modalità per leggere le ore ed i minuti su orologi analogici e digitali e lo specchietto con le unità di misura del tempo, i multipli ed i sottomultipli.
Per le misure di valore viene presentato l’euro, i suoi multipli e sottomultipli. Vengono poi illustrate e spiegate le attività legate alla compravendita, presentando i casi del valore totale e del valore unitario, oltre a modalità per risolvere problemi sul rapporto costi/misure.

Per strutturare la lezione potrebbero esserti utili i post presenti su questo blog:




ESERCITAZIONE E INDIVIDUALIZZAZIONE

È’ un momento irrinunciabile per aiutare gli alunni a tradurre le conoscenze acquisite in abilità. Si potranno scegliere dal sussidiario esercizi con difficoltà gradualmente crescenti (Mi alleno, Gareggio, Taglio il traguardo) oppure individualizzare le attività per gli alunni che ne manifesteranno il bisogno. A pagina 150 del quaderno operativo troviamo esercizi che potranno essere proposti agli alunni più in difficoltà.

Possiamo scegliere tra questi esercizi.

MISURE DI TEMPO E DI VALORE

Sezione “Mi alleno” a pagina 315 del sussidiario
Esercizio n° 1 = indicare l’ora antimeridiana o pomeridiana su orologio analogico
Esercizio n° 2 = scelta unità di misura del tempo adatta
Esercizio n° 3 = indicare valore totale di somme in euro

Sezione “Gareggio” a pagina 315 del sussidiario
Esercizio n° 4 = disegnare le lancette agli orologi
Esercizio n° 5 = completare frasi relative a misure di tempo
Esercizio n° 6 = indicare una somma in euro (dalle lettere alle cifre)

Sezione “Taglio il traguardo” a pagina 312 del sussidiario
Esercizio n° 7 = sommare minuti e completare sequenze
Esercizio n° 8 = dal costo in lettere al costo in cifre e calcolo del resto

COMPRAVENDITA

Sezione “Mi alleno” a pagina 318 del sussidiario
Esercizio n° 1 = conoscenza delle formule della compravendita
Esercizio n° 2 = calcolare spesa, guadagno, ricavo (in tabella)
Esercizio n° 3 = problemi su compravendita (un’operazione)
Esercizio n° 4 = completare tabella su valore totale e unitario

Sezione “Gareggio” a pagina 318 e 319 del sussidiario
Esercizio n° 5 = comprendere se i dati di problemi si riferiscono a spesa, guadagno, ricavo
Esercizio n° 6 = calcolare spesa, guadagno, ricavo (in tabella)
Esercizio n° 7 = problemi su compravendita (1 oppure 2 domande e 2 operazioni)
Esercizio n° 8 = individuare i dati e completare problemi con domanda mancante

Sezione “Taglio il traguardo” a pagina 319 del sussidiario

Esercizio n° 9 = problemi su compravendita (più operazioni)
Esercizio n° 10 = tabella su rapporti costi – misure
Esercizio n° 11 = tabella su rapporti costi – misure
Esercizio n° 12 = scelta di dati da tabella, formulazione di una domanda appropriata e risoluzione del problema

A pagina 320 si possono proporre quattro esercizi “Verso la prova Invalsi”.

“Ripasso facile” a pagina 321
Rivediamo i concetti chiave attraverso la rubrica RIPASSO FACILE di pag 321.


La griglia di correzione di tutti gli esercizi sopra elencati può essere controllata cliccando su questo link: tempo valore. Raccomando comunque, in caso di discordanze dei risultati, di ricontrollare sempre perché, nella fretta, potrei aver commesso io qualche errore.

Altri esercizi sono presenti sul quaderno operativo alle pagine 149, 150 e 151, relativi a uguaglianze tra le misure, lettura di ore e minuti, conoscenza delle monete, delle banconote e loro composizione, comprendere situazioni di compravendita, problemi sulla compravendita, esercizi sul valore totale ed unitario.
La griglia di correzione degli esercizi del quaderno operativo può essere controllata cliccando su questo link: tempo valore quaderno.

VERIFICA


La verifica dell’attività svolta può riguardare conoscenze e abilità (a due livelli di difficoltà alle pagine 108 e 109 della guida).
La griglia di correzione delle due pagine di verifica può essere controllata cliccando su questo link: tempo valore.
La verifica delle competenze che si intendono perseguire si trova alle pagine 152 e 153 del quaderno operativo.
La griglia di correzione può essere controllata cliccando su questo link: tempo valore quaderno.

RECUPERO

La verifica non deve riguardare solo l’operato degli alunni, ma deve tramutarsi in una forma di autovalutazione da parte del docente dell’attività svolta; in tal modo si potranno approntare percorsi di recupero per gli alunni che ne avranno necessità (in piccoli gruppi o a coppie, utilizzando anche risorse multimediali).
Tra le attività di recupero che si potranno proporre c’è un esercizio di Matematica facile a pagina 323. Le soluzioni della colonna “Ora fai tu” può essere controllata cliccando su questo link: tempo valore.

lunedì 3 dicembre 2018

Il sussidiario "Pista" - Le misure di massa


UNITA’ DI APPRENDIMENTO: Misure di massa (peso)

COMPETENZE

COMPETENZA MATEMATICA
COMPETENZE DA PERSEGUIRE
ABILITA’
Utilizza le sue conoscenze matematiche e scientifico-tecnologiche per analizzare  dati e fatti della realtà, per trovare e giustificare soluzioni a problemi reali.
L’alunno identifica vari e diversi attributi misurabili di oggetti e associa processi di misurazione, sistemi ed unità di misura.
L’alunno utilizza i più comuni strumenti di misura (bilancia).
Saper conoscere ed usare le principali unità internazionali di misura per le masse

Saper risolvere problemi di calcolo con le misure (scelta delle grandezze da misurare, unità di misura, strategie operative ).

Saper cambiare misure utilizzando multipli e sottomultipli delle unità di misura in contesti significativi.



PROBLEMATIZZAZIONE

Per questa attività è indispensabile che in classe sia presente una bilancia analogica (con la lancetta) da cucina.
Presentiamo agli alunni una ricetta per realizzare un semplice dolcetto in classe, ad esempio il salame di cioccolato. Vediamo quali ingredienti sono necessari
·         300 g di biscotti secchi
·         150 g di burro
·         200 g di cioccolato fondente
·         2 uova
·         100 g di zucchero
·         zucchero a velo qb

Dividiamo gli alunni in quattro gruppi, diamo ad un gruppo i biscotti secchi, al secondo gruppo il burro, al terzo la cioccolata fondente, al quarto lo zucchero e diciamo di pesare la quantità necessaria per l’ingrediente loro assegnato.
Se ce la sentiamo, realizziamo poi il dolcetto.

IPOTESI


Gli alunni in gruppo peseranno gli ingredienti, in modo da avere la quantità esatta per la preparazione della ricetta.



CONTROLLO DELLE IPOTESI


Esaminiamo con gli alunni come sono suddivisi i pesi sulla bilancia e controlliamo la pesatura degli ingredienti.


CONSOLIDAMENTO

Dopo il momento della riscoperta attiva occorre il passaggio alla concettualizzazione astratta per fissare e sistematizzare le abilità e i concetti appresi. In questa fase trovano un significato la lezione dell’insegnante, l’uso del libro di testo per ordinare i concetti e le parole chiave (vedi la rubrica nel sussidiario). 

Ecco una mappa degli elementi essenziali da non tralasciare.


Il sussidiario presenta le caratteristiche del nostro sistema di misurazione, le unità di misura con i relativi multipli e sottomultipli, le modalità per indicare il valore di ogni cifra in una misura, il peso lordo, la tara e il peso netto.
Per strutturare la lezione potrebbero esserti utili i post presenti su questo blog:




ESERCITAZIONE E INDIVIDUALIZZAZIONE

È’ un momento irrinunciabile per aiutare gli alunni a tradurre le conoscenze acquisite in abilità. Si potranno scegliere dal sussidiario esercizi con difficoltà gradualmente crescenti (Mi alleno, Gareggio, Taglio il traguardo) oppure individualizzare le attività per gli alunni che ne manifesteranno il bisogno. A pagina 148 del quaderno operativo troviamo esercizi che potranno essere proposti agli alunni più in difficoltà.

Possiamo scegliere tra questi esercizi.

Sezione “Mi alleno” a pagina 312 del sussidiario
Esercizio n° 1 = scelta delle unità di misura adatte
Esercizio n° 2 = indicare il valore di ogni cifra
Esercizio n° 3 = individuare il peso lordo, il peso netto e la tara
Esercizio n° 4 = calcolare in tabella il peso lordo, il peso netto e la tara, senza equivalenze

Sezione “Gareggio” a pagina 312 del sussidiario
Esercizio n° 5 = equivalenze
Esercizio n° 6 = equivalenze in tabella
Esercizio n° 7 = calcolare in tabella il peso lordo, il peso netto e la tara (con equivalenze)

Sezione “Taglio il traguardo” a pagina 312 del sussidiario
Esercizio n° 8 = ordinamento di misure operazioni con le misure
Esercizio n° 9 = problemi con misure di massa e peso netto, lordo, tara
Esercizio n° 10 = problema da completare con domanda.

La griglia di correzione di tutti gli esercizi sopra elencati può essere controllata cliccando su questo link: massa. Raccomando comunque, in caso di discordanze dei risultati, di ricontrollare sempre perché, nella fretta, potrei aver commesso io qualche errore.

Altri esercizi sono presenti sul quaderno operativo alle pagine 146, 147 e 148, relativi a scomposizione di misure, confronto di misure, ordinamento di misure, equivalenze, operazioni con le misure, problemi con misure, conoscenza dei termini relativi a peso lordo, netto e tara, formule e calcolo dei diversi tipi di peso, problemi con i vari tipi di peso.
La griglia di correzione degli esercizi del quaderno operativo può essere controllata cliccando su questo link: massa quaderno.

VERIFICA


La verifica dell’attività svolta può riguardare conoscenze e abilità (a due livelli di difficoltà alle pagine 106 e 107 della guida).
La griglia di correzione delle due pagine di verifica può essere controllata cliccando su questo link: massa.
La verifica delle competenze che si intendono perseguire sarà proposta dopo l’ attività sulle misure di tempo e di valore.

RECUPERO

La verifica non deve riguardare solo l’operato degli alunni, ma deve tramutarsi in una forma di autovalutazione da parte del docente dell’attività svolta; in tal modo si potranno approntare percorsi di recupero per gli alunni che ne avranno necessità (in piccoli gruppi o a coppie, utilizzando anche risorse multimediali).
Tra le attività di recupero che si potranno proporre ci sono le due pagine (322 e 323) di Matematica facile. Le soluzioni della colonna “Ora fai tu” può essere controllata cliccando su questo link: massa.






venerdì 23 novembre 2018

Il sussidiario "Pista" - Le misure di lunghezza e di capacità


UNITA’ DI APPRENDIMENTO: Misure di lunghezza e di capacità

COMPETENZE

COMPETENZA MATEMATICA
COMPETENZE DA PERSEGUIRE
ABILITA’
Utilizza le sue conoscenze matematiche e scientifico-tecnologiche per analizzare  dati e fatti della realtà, per trovare e giustificare soluzioni a problemi reali.
L’alunno identifica vari e diversi attributi misurabili di oggetti e associa processi di misurazione, sistemi ed unità di misura.
L’alunno utilizza i più comuni strumenti di misura (metro e litro).
Saper conoscere ed usare le principali unità internazionali di misura per lunghezze e capacità.

Saper risolvere problemi di calcolo con le misure (scelta delle grandezze da misurare, unità di misura, strategie operative ).

Saper cambiare misure utilizzando multipli e sottomultipli delle unità di misura in contesti significativi.



PROBLEMATIZZAZIONE

Possiamo presentare due situazioni iniziali.
a) Dobbiamo misurare la lunghezza del cortile, cercando la maggiore precisione possibile. Mettiamo a disposizione degli alunni diversi strumenti: corde di diverse lunghezze, metro da sarto, metro ripiegabile, metro avvolgibile (flessometro), ecc.
b) Per preparare gli ingredienti di un dolce ci servono 100 ml di latte. Noi abbiamo una confezione da 1 000 ml di latte e non disponiamo né di bilance né di misurini. Come possiamo fare?
Ascoltiamo le strategie suggerite dagli alunni, facciamole verbalizzare e provare.


IPOTESI


Gli alunni (collettivamente, individualmente o, meglio, in gruppo) mettono in atto strategie per trovare ipotesi di risposte alle situazioni-problema.



CONTROLLO DELLE IPOTESI


Attraverso la discussione esaminiamo i diversi strumenti usati per compiere la misurazione della lunghezza del cortile: quale si è rivelato più idoneo? Quali, tra gli strumenti proposti, permettono di confrontare le misurazioni effettuate dai diversi gruppi? Come hanno operato i diversi gruppi per misurare lunghezze minori del metro?


CONSOLIDAMENTO

Dopo il momento della riscoperta attiva occorre il passaggio alla concettualizzazione astratta per fissare e sistematizzare le abilità e i concetti appresi. In questa fase trovano un significato la lezione dell’insegnante, l’uso del libro di testo per ordinare i concetti e le parole chiave (vedi la rubrica nel sussidiario). 

Ecco una mappa degli elementi essenziali da non tralasciare.



Il sussidiario presenta le caratteristiche del nostro sistema di misurazione, le unità di misura con i relativi multipli e sottomultipli, le modalità per indicare il valore di ogni cifra in una misura.
Per strutturare la lezione potrebbero esserti utili i post presenti su questo blog:



ESERCITAZIONE E INDIVIDUALIZZAZIONE

È’ un momento irrinunciabile per aiutare gli alunni a tradurre le conoscenze acquisite in abilità. Si potranno scegliere dal sussidiario esercizi con difficoltà gradualmente crescenti (Mi alleno, Gareggio, Taglio il traguardo) oppure individualizzare le attività per gli alunni che ne manifesteranno il bisogno. A pagina 148 del quaderno operativo troviamo esercizi che potranno essere proposti agli alunni più in difficoltà.

Possiamo scegliere tra questi esercizi.

Sezione “Mi alleno” a pagina 310 del sussidiario
Esercizio n° 1 = scelta delle unità di misura adatte (misure di lunghezza)
Esercizio n° 2 = indicare il valore di ogni cifra (lunghezze e capacità)
Esercizio n° 3 = sottolineare la cifra indicata dalla marca
Esercizio n° 4 = inserire misure in tabella (lunghezze)

Sezione “Gareggio” a pagina 310 del sussidiario
Esercizio n° 5 = problemi con misure di lunghezza
Esercizio n° 6 = inserire misure in tabella (lunghezze e capacità)
Esercizio n° 7 = equivalenze (lunghezze e capacità)

Sezione “Taglio il traguardo” a pagina 310 del sussidiario
Esercizio n° 8 = operazioni con le misure
Esercizio n° 9 = uso del righello
Esercizio n° 10 = ordinamento di misure (capacità)

A pagina 320 si può proporre l’esercizio n° 1 “Verso la prova Invalsi”

“Ripasso facile” a pagina 321
Rivediamo i concetti chiave attraverso la rubrica RIPASSO FACILE di pagina 321.

La griglia di correzione di tutti gli esercizi sopra elencati può essere controllata cliccando su questo link: misure. Raccomando comunque, in caso di discordanze dei risultati, di ricontrollare sempre perché, nella fretta, potrei aver commesso io qualche errore.

Altri esercizi sono presenti sul quaderno operativo alle pagine 144, 145 e 148, relativi a scomposizione di misure, inserimento di misure in tabella, tracciare segmenti di lunghezza data, equivalenze, indicare la marca mancante, ordinamento di misure, operazioni con le misure, problemi con misure.
La griglia di correzione degli esercizi del quaderno operativo può essere controllata cliccando su questo link: misure quaderno”.

VERIFICA


La verifica delle conoscenze e delle competenze che si intendono perseguire sarà proposta dopo l'attività sulle misure di massa.

RECUPERO

La verifica non deve riguardare solo l’operato degli alunni, ma deve tramutarsi in una forma di autovalutazione da parte del docente dell’attività svolta; in tal modo si potranno approntare percorsi di recupero per gli alunni che ne avranno necessità (in piccoli gruppi o a coppie, utilizzando anche risorse multimediali).





Dal 2 agosto 2010