mercoledì 17 febbraio 2016

Problemi con la moltiplicazione - classe seconda

Dopo aver affrontato e spiegato i diversi significati logici della moltiplicazione, cerchiamo ora di individuarli in diverse situazioni problematiche. Inizialmente preferisco evitare l'uso dei termini "ogni", "ciascuno" e avvio il discorso proponendo una situazione che si è verificata in classe ed in cui anche nel testo e nei dati è evidente la ripetizione di una quantità e quindi di un numero.

Siccome alla lavagna è stata disegnata una torre con quadrati di diversi colori, vediamo di risolvere insieme questo problema.

Alla lavagna abbiamo disegnato una torre con 5 quadrati rossi, una torre con 5 quadrati blu e una torre con 5 quadrati gialli. Quanti quadrati abbiamo usato in tutto?



Insieme scriviamo un altro problema: “Nell’aula d’informatica ci sono 3 pc nella prima fila, 3 pc nella seconda fila, 3 pc nella terza fila, 3 pc nella quarta fila e 3 pc nella quinta fila. Quanti pc in tutto?"

Come possiamo semplificare il testo del problema? Ascoltiamo le proposte degli alunni e vediamo se riescono a giungere a questa formulazione: “Nell’aula d’informatica ci sono 5 file di pc ed in ognuna vi sono 3 pc. Quanti pc in tutto?”. Sottolineiamo l'importanza della parola magica "ognuna" oppure "ogni" o ancora "ciascuna" chiarendone bene il significato con gli alunni.


Propongo due schede per esercitarsi sull'uso corretto di "ogni" e "ciascuno". Fai clic qui o sulle immagini per stamparle.




Ecco un altro problema risolto in classe, in forma individuale:


Propongo in questa tabella una serie di possibili problemi con la moltiplicazione.

Una presentazione Power Point con problemi su addizione, sottrazione e moltiplicazione: alle Olimpiadi

Una verifica scritta dell'U. A. da stampare

Un test sui contenuti dell'unità 7: la moltiplicazione


U. A. di riferimento

9 commenti:

  1. Bello.
    Ma questo come si rappresenta ?
    <"In Laboratorio di falegnameria ci sono 12 studenti. La maestra consegna a ciascuno di loro 7 chiodi grossi, 10 di medi e 12 di piccoli.
    Quanti chiodi ha distribuito l'insegnante/maestra ?">

    RispondiElimina
  2. Risolvo:
    7 + 10 + 12 = 29
    29 *12 = 348
    L'insegnante ha distribuito in tutto 348 chiodi.

    RispondiElimina
  3. Buonasera. Sono una mamma. Ma sono anche un'insegnante di matematica. Ho notato che la maestra di mia figlia, nel proporre problemi di questo tipo, impone ai bambini un ordine dei fattori della moltiplicazione risolvente. Non trova che questa imposizione sia un misconoscere la proprietà commutativa della moltiplicazione?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io spiego ai bambini che, se il segno x vuol dire ripetere, 5 x 3 è una situazione diversa da 3 x 5 ma, come indicazione di calcolo, accetto entrambe le soluzioni proprio in virtù della proprietà commutativa.

      Elimina
    2. Sì.. questa cosa l'avevo intuita e me l'ha confermata anche la maestra di mia figlia. Concordo che la lettura della moltiplicazione come somma ripetuta ci dice che, ad esempio, 3+3+3+3+3 è diverso da 5+5+5. Ma come mi conferma lei, questa differenza non può essere imposta nella moltiplicazione e considerata errore: ma la maestra di mia figlia è convinta che il suo approccio sia più corretto, e così corregge e valuta come errore una moltiplicazione con i fattori scambiati!

      Elimina
    3. Infatti io indicherei o suggerirei la formulazione più appropriata ma non considererei come errore la formulazione inversa.

      Elimina
    4. Grazie... il suo consiglio mi conforta e mi sollecita a impegnarmi a sostenere mia figlia...

      Elimina
  4. Vista la sua sollecitudine nel rispondermi per chiarirmi le idee e dato che le sue risposte mi sono state molto di aiuto, ci tengo a condividere con lei un documento del prof. Carlo Marchini del Dipartimento di Matematica dell'Università di Parma. Nella prima parte parla proprio dei misconcetti connessi con la moltiplicazione. BUONA LETTURA! http://old.unipr.it/arpa/urdidmat/M2ip/Moltiplicazione.pdf

    RispondiElimina