venerdì 24 febbraio 2012

Simulazione prova Invalsi matematica classe seconda

Sono particolarmente fiero dei risultati raggiunti dai miei alunni nella prova Invalsi dello scorso a. s., anche considerando che si tratta di un classe molto numerosa, con molti alunni extracomunitari ed altri con problematiche varie.
Dalla restituzione dei dati dell’Invalsi è emerso quanto testimoniato dai seguenti grafici, che evidenziano come la mia classe (indicata con il cerchietto) abbia ottenuto risultati superiori alla media della regione Liguria, alla media del Nord – Ovest ed alla media italiana.
Bravissimi quindi ai miei alunni! E questi risultati testimoniano anche l’impegno e la serietà del lavoro svolto e che ho proposto regolarmente ai lettori di questo blog.



Ora ci stiamo avvicinando, per le classi interessate quest’anno, alla prova Invalsi dell’a. s. 2011/12!
Può essere quindi il momento di proporre agli alunni una simulazione della prova stessa.
A tal fine propongo un documento in pdf che ricalca la prova Invalsi assegnata alle classi seconde nell'a.s. 2010/2011. Qual è il vantaggio di scaricarlo e stamparlo?

- Contiene 18 esercizi simili, ma spesso non uguali alla vera prova Invalsi dello scorso anno: gli alunni (anche quelli che eventualmente hanno già provato a svolgere la prova) potranno così esercitarsi su materiale nuovo testando se riescono ad eseguire il lavoro nel tempo assegnato.

- Ho concentrato gli esercizi e curato l'impaginazione per cui occorre solamente stampare 7 pagine per ogni alunno, invece delle 20 contenute nella prova Invalsi.

lunedì 13 febbraio 2012

Moltiplicazioni in colonna con due cifre al moltiplicatore (con cambio) - classe terza

Dopo aver affrontato nel post precedente le moltiplicazioni in colonna con due cifre al moltiplicatore senza riporti, è ora giunto il momento di affrontare moltiplicazioni con il cambio.
Naturalmente seguiamo la stessa metodologia già descritta nel post precedente, per cui gli alunni non dovrebbero avere eccessive difficoltà a ricordare come si procede. Questo non significa che tutti gli alunni lavoreranno in modo corretto, scordiamocelo, perchè questo della moltiplicazione è veramente un ostacolo difficile da superare. Una volta appurato che i nostri alunni conoscano il fatto che occorre moltiplicare prima le unità del moltiplicatore per il moltiplicando e poi le decine del moltiplicatore sempre per il moltiplicando, possono esserci ancora difficoltà.
Gli errori facilmente nascono o da una non sicura padronanza delle tabelline o da errori nel conteggio dei riporti. Per quanto riguarda quest'ultimo punto, personalmente io consiglio agli alunni di non indicare il riporto sopra il primo fattore in quanto potrebbe ingenerare confusioni quando i riporti saranno più di uno: il mio suggerimento è quello di memorizzare il riporto oppure di tenerlo indicato sulle dita oppure ancora di segnarlo a parte su un foglio o a lato dell'operazione.
Questo è il diagramma delle operazioni da eseguire

Iniziamo da moltiplicazioni con un solo riporto e procediamo collettivamente: 64x15/14x72/37x13/43 x 92.
Quando ci sembra che gli alunni siano pronti si può procedere con lavoro individuale o a coppie. A tal fine potrebbe essere utile una scheda come quella che propongo qui, efficace anche per far conoscere agli alunni la fauna della montagna, in relazione agli apprendimenti geografici previsti per la classe terza.
Bruno e Bassotto in montagna non sanno dove vivono i diversi animali perché nella Galassia Matematica non ne esistono: puoi aiutarli tu risolvendo le moltiplicazioni della scheda. Fai clic qui per stampare la scheda.

Ecco un esempio del lavoro svolto in classe.


Se la fase precedente ha fornito risultanze positive, si può procedere oltre, dedicandoci a moltiplicazioni con più di un riporto. Partiamo sempre da esemplificazioni alla lavagna (io ho permesso di lavorare alla lavagna a quegli alunni che nel lavoro precedente hanno denotato ancora incertezze o vere e proprie difficoltà): 25x27-103x48-233x65-96x23-45x32-164x23. 
Per il lavoro individuale possiamo proporre un’attività in cui gli alunni, eseguendo correttamente le operazioni, scopriranno il codice per decifrare il messaggio di Br1 e Bass8. Fai clic per stampare la scheda che vedi sotto (due esercizi per ogni pagina stampata).


Sarà opportuno proporre frequenti e brevi esercitazioni per rinforzare la sicurezza nel possesso del meccanismo di calcolo.

Un test/gioco on line per i tuoi alunni
Una verifica da stampare sulla moltiplicazione
Una presentazione in PowerPoint sulla tecnica della moltiplicazione in colonna
Ulteriori risorse dal web
Vedi U. A. di riferimento

giovedì 2 febbraio 2012

Simulazione on line prova Invalsi matematica - classe quinta

Sul blog Verifiche matematica scuola primaria è presente il link per eseguire una simulazione on line della prova Invalsi di matematica da me preparata per la classe quinta.

La simulazione può essere eseguita collettivamente se si dispone della Lim o di computer e videoproiettore, può essere eseguita da tutti gli alunni individualmente e contemporaneamente se si dispone di un laboratorio di informatica.
Al termine della prova l'alunno riceverà un voto che sarà utile anche all'insegnante o al genitore per capire la sua situazione, si potrà inoltre visualizzare un sommario delle risposte date in modo da capire quali sono state le risposte esatte e quelle errate e si potrà anche stampare la prova svolta.

Moltiplicazioni di numeri interi per 10, 100 e 1000 - classe terza

Bruno e Bassotto sono sempre in montagna ed assistono all’arrivo di numerose comitive di turisti, che giungono lassù per sciare o per ammirare il paesaggio innevato: arrivano 10 pulmini ed in ciascuno ci sono 14 turisti. Quanti sono i turisti arrivati?

Eseguiamo con il materiale multibase 14 x 10 in modo da scoprire il risultato 140 e poi registriamo sul quaderno in tabella. Possiamo notare che le cifre 1 e 4 hanno aumentato di 10 volte il loro valore, slittando di un posto verso sinistra, mentre la posizione delle unità viene occupata dallo zero.

Moltiplicando un numero intero per 100 ci accorgeremo che le cifre aumentano di 100 volte il loro valore, slittando di due posti verso sinistra, mentre la posizione delle unità e delle decine viene occupata da due zeri.


Allo stesso modo ci accorgeremo che moltiplicando un numero intero per 1000 le sue cifre aumentano di 1000 volte il loro valore, slittando di tre posti verso sinistra, mentre la posizione delle unità, delle decine e delle centinaia viene occupata da tre zeri.


Dopo alcuni esempi svolti insieme possiamo concludere e scrivere che quando si moltiplica per 10, 100 e 1000 le cifre cambiano il loro valore spostandosi a sinistra di 1, 2, 3 posizioni. Per moltiplicare un numero intero per 10, 100 e 1000 basta quindi aggiungere alla sua destra 1, 2, 3 zeri.
Proponiamo naturalmente attività di calcolo orale e scritto.


Vedi U. A. di riferimento
Un test/gioco on line per i tuoi alunni
Una verifica da stampare sulla moltiplicazione