venerdì 30 settembre 2011

Le figure solide - classe terza

Per svolgere questa attività è necessario avere a portata di mano diversi solidi appositi oppure oggetti che abbiano la forma dei corpi che andremo a considerare.
Nella galassia matematica gli oggetti hanno strane forme. Le case hanno tutte questa forma (mostriamo un cubo) o quest’altra (mostriamo un parallelepipedo), le torri sono fatte così (mostriamo un cilindro), le montagne hanno queste forme (mostriamo un cono ed una piramide) e poi naturalmente i pianeti sono sferici (mostriamo una sfera).
Disegniamo i vari solidi presentati scrivendone il nome (per ora accontentiamoci anche di costruzioni approssimative, richiedendo però l'uso del righello).
 Lasciamo che gli alunni compiano le loro osservazioni e poi concludiamo che tutta la realtà che ci circonda è formata da corpi solidi e che tutti i corpi solidi hanno tre dimensioni: lunghezza, larghezza, altezza.
Distinguiamo i solidi che rotolano da quelli che non rotolano ( i poliedri)
Facciamo riconoscere e contare ai bambini quali e quanti sono i vertici, gli spigoli e le facce dei principali poliedri. Proponiamo poi una scheda come questa. Fai clic qui per stamparla.



Le facce di un solido sono le impronte di un solido e sono figure piane.

Disegniamo sul quaderno il contorno delle facce del cubo, del parallelepipedo, del cono, della piramide scrivendo il nome delle figure piane così ottenute: quadrato, rettangolo, cerchio, triangolo.
Tutte le figure piane hanno 2 dimensioni: lunghezza, larghezza.
Ecco un'altra scheda. Se vuoi stamparla fai clic qui.

Una lezione per Lim: dalle figure solide alle figure piane
Un test/gioco on line per i tuoi alunni
Una verifica scritta da stampare

Nessun commento:

Posta un commento