lunedì 9 aprile 2018

Misurare il tempo - classe quarta

COMPETENZE

TRAGUARDI DI COMPETENZA

OBIETTIVI SPECIFICI
L’alunno identifica vari e diversi attributi misurabili di oggetti e associa processi di misurazione, sistemi ed unità di misura.

  • Saper leggere un orologio.
  • Saper utilizzare multipli e sottomultipli delle unità di misura in contesti significativi.

PROBLEM SOLVING

Marco e Giorgio vanno in vacanza nella stessa località con le rispettive famiglie, usando mezzi diversi.
Marco in auto impiega 2 ore e 40 minuti, Giorgio in treno invece ha impiegato 140 minuti.
Chi ha impiegato meno tempo per raggiungere la località di vacanza? Perché?

SPIEGAZIONE: PRIMA FASE

Riflettiamo con gli alunni sul fatto che il tempo ha una dimensione soggettiva ed una dimensione oggettiva: un quarto d'ora di intervallo solitamente sembra durare meno di un quarto d'ora trascorso a fare calcoli. Come mai? Perché la nostra percezione della durata temporale varia in relazione a molti fattori: il minore o maggiore interesse verso l'attività che si sta svolgendo, i momenti della giornata, la nostra condizione fisica, ecc.
Il tempo però si può anche misurare in modo oggettivo.
Vediamo quali sono le misure di tempo maggiormente usate ed i rapporti numerici intercorrenti tra di esse.



Gli alunni, quasi sicuramente, grazie alla loro esperienza extrascolastica e grazie anche alle attività degli anni precedenti, conosceranno l'uso dell'orologio. Non è male però rivederlo insieme: ci servirà un orologio murale analogico.
Una prima fase del lavoro dovrà condurre gli alunni a riconoscere le ore, attraverso molti esercizi di lettura: chiediamo di sistemare le lancette in modo che indichino le 8. Facciamo poi compiere un giro completo alla lancetta lunga e chiediamo quale ora è indicata adesso sull’orologio. Eseguiamo diverse volte anche posizionando noi le lancette in modo che indichino un’ora esatta e chiedendo quale ora è indicata.
Se la lancetta piccola è sulle 9 che ora antimeridiana è? E pomeridiana? Per la conoscenza delle ore pomeridiane può essere d’aiuto l’orologio a lettura digitale.


SPIEGAZIONE: SECONDA FASE

In una seconda fase del lavoro occorre dedicarsi alla lettura dei minuti: iniziamo col leggere l’ora scandendo i quarti d’ora.




Ora contiamo quante spazi ci sono tra 12 e 1: sono 5 spazi, 5 minuti. Mettiamo, in successione, la lancetta lunga sull’uno, sul 2, sul 3 … fino a 12 e leggiamo le ore corrispondenti: 8 h 5, 8 h 10, ecc.


ESERCIZI


Ecco una scheda di esercitazione: fai clic per stamparla.




VERSO LE COMPETENZE


Propongo una scheda con esercizi tratti da precedenti prove Invalsi: fai clic per stamparla.



Vedi U. A. di riferimento

2 commenti:

  1. Ciao maestro, sono Benedetta, il tuo sito è bellissimo sopratutto adesso con i nostri quaderni.Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Benedetta! Hai ragione, senza i vostri quaderni non ci sarebbe il mio sito.
      Riposati in questi giorni di chiusura. Ciao!

      Elimina

Dal 2 agosto 2010