lunedì 9 maggio 2011

La divisione di contenenza - classe seconda

Il concetto non è semplice o, per meglio dire, non è semplice per gli alunni distinguere il caso della contenenza da quello della partizione e contemporaneamente capire che occorre la divisione in entrambe le situazioni. Nella spiegazione illustro entrambi i casi evidenziando la differenza e la similitudine tra gli stessi ma, per il motivo sopra evidenziato, non richiedo ad alunni di classe seconda di distinguere le due situazioni, accontentandomi per ora che gli alunni capiscano che sono situazioni da risolvere con la divisione.
Il primo approccio potrebbe essere corporeo.
In palestra per svolgere un gioco dividiamo gli alunni in 4 gruppi. Quanti alunni in ogni gruppo? Facciamo verbalizzare ai bambini e chiediamo che tipo di azione abbiamo compiuto (distribuire).
Effettuiamo il gioco e poi proponiamo un'altra situazione: ora vogliamo fare un piccolo torneo di minibasket e ci servono squadre formate da 4 bambini. Quante squadre riusciremo a formare? Anche in questo caso facciamo verbalizzare e chiediamo se l'azione che abbiamo compiuto è uguale a quella di prima (no, prima abbiamo distribuito, ora abbiamo raggruppato).
In entrambi i casi però abbiamo diviso gli alunni.
Una volta ritornati in classe, rappresentiamo sul quaderno graficamente e simbolicamente ciò che abbiamo fatto.
Nel primo caso:


24 alunni in tutto : 4 gruppi = 6 alunni in ogni gruppo

Nel secondo caso:

24 alunni in tutto : 4 bambini in ogni squadra = 6 squadre
Notiamo che nel primo caso la situazione iniziale sono tutti gli alunni, mentre ciò che troviamo, la situazione finale sono sempre alunni, gli alunni in ogni gruppo.
Nel secondo caso la situazione iniziale sono tutti gli alunni, mentre ciò che troviamo è un'altra cosa, sono le squadre.

Passiamo ora ad un'altra situazione, eseguendo la fase manipolativa con gli oggetti reali (in questo caso mele) e con i regoli sul banco che prenderanno il posto delle mele.
Vediamo ancora:
Sintetizziamo con gli alunni:
"La divisione serve quindi per:
  • distribuire in parti uguali e trovare quanti elementi in ogni parte
  • raggruppare e trovare quanti gruppi o quante parti si possono ottenere"
Utilizziamo infine la capacità di raggruppare per individuare il risultato di divisioni date.

Ulteriori risorse dal Web
Una lezione per Lim sulla divisione di ripartizione
Una lezione per Lim sulla divisione di contenenza
Una verifica scritta da stampare

Un test on line per i tuoi alunni
Vedi U. A. di riferimento

11 commenti:

  1. Grazie infinite, le sue spiegazioni mi hanno salvata ancora una volta.
    Una mamma riconoscente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Salvata" forse è esagerato, meglio "aiutata". Comunque, grazie!

      Elimina
  2. filosofia o matematica?

    RispondiElimina
  3. Filosofia direi......

    RispondiElimina
  4. MAESTRO SEI MERAVIGLIOSO GRAZIE!!!!

    RispondiElimina
  5. Un grazie sincero per la generosità della condivisione per la logica con la quale affronti ogni argomento .... educando gli alunni a ragionare!!! e soprattutto per l'aiuto che offri a noi collgehi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un grazie anche da parte mia perchè il vostro apprezzamento compensa i miei sforzi di presentare non un lavoro straordinario ma un aiuto alla didattica quotidiana.

      Elimina
  6. Grazie!!!Esempio molto interessante.....per quanto mi riguarda però c'è solo un piccolo problema,che una volta che li ho portati in palestra e fatto fare l'esercizio,e li riporto in classe per verbalizzare,sarà dura che accettino di non poter giocare davvero a minibasket!!!!
    Oltre alla palestra.....non avrebbe altri esempi da proporre???
    Un saluto
    Maestra Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho fatto questo esempio perché abbiamo fatto realmente le partite a minibasket. Altri esempi sono all'interno del post (piatti e mele, pesciolini). Se vuoi altro non so, gli esempi dovrebbero partire da situazioni reali o create appositamente. Per darti alcune idee: 24 alunni in fila a due a due, quante coppie si riusciranno a formare? Leggiamo 3 pagine al giorno di un libro di 48 pagine, quanti giorni saranno necessari per completare la lettura? Ecc, ecc...

      Elimina
  7. Buonasera volevo ribadire il mio grazie per il materiale didattico che condividi con noi...grazie perchè mi hai fatto crescere nell'insegnamento della matematica....grazie perchè la tua matematica è originale, comprensibile, simpatica e creativa .....Anna Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo buona, Anna Maria, ma comunque .... grazie!!!

      Elimina